Seminario sull’Universal Design

Pubblicata da admin mercoledì, 03 febbraio 2016

SEMINARIO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE: UNIVERSAL DESIGN - Focus sul Principio 4: Percettibilità delle informazioni

 

24 Febbraio 2016

Dalle ore 15,00 alle ore 19,00

Presso la sede dell’Ordine, Via Gradisca – Varese

 

Obiettivi del Seminario:

 

Progettare l’accessibilità vuol dire considerare non solo gli aspetti estetici e formali, ma porre al centro dell’attenzione l’essere umano e le sue peculiarità ed esigenze: il suo essere uomo o donna che evolve da bambino ad anziano e che nel corso della vita può andare incontro a cambiamenti temporanei o permanenti e presentare caratteristiche differenti da quella “normalità” definita arbitrariamente da convenzioni che si dimostrano spesso inadeguate.

Questo approccio è conosciuto come “Universal Design”, ossia la progettazione di spazi, ambienti ed oggetti utilizzabili da un ampio numero di persone a prescindere dalla loro età e capacità psicofisica.

Il Principio 4 dell'Universal Design riguarda la percepibilità, la modalità con cui il progetto comunica le necessarie ed effettive informazioni all’utilizzatore, in modo indifferente rispetto alle condizioni dell’ambiente o alle capacità sensoriali dell’utilizzatore.

Tra le informazioni sensoriali 2 sono tra loro complementari: la vista ed il tatto.

Le situazioni in cui vengono enfatizzate la percepibilità tramite la vista o il tatto sono collegate alle disabilità sensoriali, che riguardano direttamente i non udenti ed i non vedenti: i primi hanno bisogno che gli ambienti comunichino visivamente e facilmente quanto in essi è contenuto; gli altri hanno la necessità che gli oggetti e gli spazi possano essere esplorati con l'uso del senso tattile, nelle sue forme di senso tattile plantare (uso dei piedi) ed esplorazione aptica (uso attivo delle mani).

 

Obiettivi del Seminario sono:

 

  • Riferimenti normativi;
  • Quadro esigenziale;
  • I 7 Principi dell'Universal Design;
  • Focus sul Principio 4: Percettibilità delle informazioni;
  • Spazi con requisiti per i non udenti;
  • Spazi con requisiti per i non vedenti;
  • Soluzioni per la disabilità visiva di tipo architettonico (attraverso la stimolazione di tutti i sensi);
  • Soluzioni di tipo guidato (attraverso l’uso di “guide naturali” e “guide artificiali”, supportate da una segnaletica di tipo tattile).

 

Docenti:

 

Arch. Tommaso Empler - Ricercatore presso il Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell'Architettura - Sapienza Università di Roma, membro "Osservatorio Accessibilità" Ordine Architetti di Roma

Argomento: Principi dell'Universal Design, Focus sul Principio 4: Percettibilità delle informazioni

 

Ing. Giancarlo De Grazia - membro "Commissione Ingegneria Sociale" dell’Ordine degli Ingegneri di Roma, membro del Gruppo di Lavoro per la normativa sulle pavimentazioni tattili, istituito nel presso la sede centrale dell’UNI.

Argomento: Soluzioni per la disabilità visiva di tipo architettonico, soluzioni di tipo guidato (attraverso l’uso di “guide naturali” e “guide artificiali”, supportate da una segnaletica di tipo tattile).

 

Arch. Elena Brusa Pasqué - membro di commissioni di lavoro in tema di abbattimento di Barriere Architettoniche a livello provinciale e nazionale. Coordinatrice di mostre convegni, corsi ed eventi  sul tema dell’Universal Design dal 1989. Collabora con Tommaso Empler dal 1995.

Argomento: Introduzione al tema delle diverse abilità in particolare quelle sensoriali nella scelta dei materiali di costruzione e degli impianti  in base alle loro capacità di comunicazione.

 

Il seminario rilascerà n. 4 crediti formativi validi per il triennio 2014/2016

Costo: € 30,00 (+IVA)

 

Via Gradisca 4, 21100 Varese – tel. 0332 812601 / fax 0332 265153

C.F. 80015700125 – P.IVA 02392630121 - segreteria@ordinearchitettivarese.eu – www.ordinearchitettivarese.it

 

 

UNIVERSAL DESIGN

Top